Il gioco dell’anno in Francia

Tempo di Festival a Cannes (Festival International des Jeux), tempo di premiazioni (gioco dell’anno in Francia).

L’As d’Or – Jeu de l’Année di quest’anno è The Mind, un semplice gioco di carte considerato da alcuni un esperimento sociale. Perché? Basta provarlo per capirlo.
Detective invece è riuscito a guadagnarsi l’As d’Or – Expert, il premio pensato per giocatori esperti. Un passo in più a favore della tesi che il 2018 sia stato l’anno dei titoli investigativi/deduttivi (Decrypto, Cryptid, Chronicles of Crime e Detective sono tutti giochi di successo usciti nel 2018 con elementi di deduzione).

I finalisti del Goblin Magnifico

L’anno scorso la selezione mi aveva lasciato alquanto perplesso. Quest’anno siamo tornati a degli ottimi livelli: gli otto finalisti sono tutti giochi di spessore. Un bel biglietto da visita per un premio che vuole selezionare giochi adatti a persone abituate a divertirsi con titoli impegnativi.
Ecco il meglio del 2018 secondo il Goblin Magnifico (La Tana dei Goblin):

18Lilliput (per entrare nel mondo dei 18XX se si è dei german gamers)
Blackout: Hong Kong (Pfister colpisce ancora)
Detective (per gli amanti dei giochi investigativi)
Rising Sun (miniature, diplomazia, combattimenti)
Root (il fascino dell’asimmetria)
Teotihuacan (lo stile italiano è vivo e vegeto)
Tokyo Metro (il gioco che non ti aspetti)
Underwater Cities (vai di combo)

Il meglio del 2018 secondo Giochintavola

Ogni anno escono tantissime novità. I membri dell’Associazione Giochintavola hanno provato vari titoli. Quelli che hanno amato di più sono i seguenti:

§ Giochi che durano attorno ai 25 minuti:
Welcome to…
Spirits of the Forest
Decrypto

§ Giochi che durano sui 45 minuti:
L’île au Trésor
Gizmos
Pandemic: La Caduta di Roma
La Guerre des Boutons

§ Giochi che durano più di 60 minuti:
Underwater Cities
Chronicles of Crime
Imaginarium
Newton
Rising Sun

Una carrellata di premi

Da inizio anno fino adesso sono stati sanciti vari premi. I tre giochi che sono riusciti a conquistarsi i favori delle giurie sono Scythe, Unlock e Cry Havoc.

Scythe ha portato a casa l’As d’Or – Jeu de l’Année Expert, il Tric Trac d’Or, lo Swiss Gamers Award, il Golden Geek e il Scelto dai Goblin. In poche parole, ha convinto le comunità di giocatori italiani, svizzeri, francesi e americani. Si tratta di un gioco di strategia impegnativo con aspetti bellici ambientato in un passato fanta-storico.
Unlock è riuscito a vincere il gioco dell’anno in Francia. Si tratta di un titolo di media difficoltà che si basa sull’idea delle Escape Rooms.
Cry Havoc ha vinto il Goblin Magnifico. Personalmente sono felice che la giuria di tale premio abbia avuto il coraggio di premiare qualcosa di alternativo e diverso. Le voci fuori dal coro sono una ricchezza. Cry Havoc è un gioco di strategia, tematico, guerrafondaio, asimmetrico di un certo spessore.

Premi vari

Settembre è sempre un mese particolarmente caldo per ciò che concerne le premiazioni dei giochi di società. È come se si tirassero le somme dell’anno ludico appena trascorso, per poi affacciarsi alla fiera di Essen (ottobre) per valutare le tante nuove novità in arrivo.
Ecco i risultati più interessanti emersi nei giorni scorsi.

Mombasa ha vinto sia il Deutscher Spiele Preis che il Jogo do Ano in Portogallo. Si tratta di un gioco di strategia impegnativo adatto per giocatori navigati.

Per chi ama titoli più leggeri, è uscita invece la lista dei finalisti del gioco dell’anno in Italia:
Nome in Codice
7 Wonders Duel
Celestia
Pozioni Esplosive
New York 1901

Mentre per chi ama variare generi, le nomination dell’International Gamers Award sono sempre molto interessanti:
Blood Rage
Nome in Codice
Food Chain Magnate
Grand Austria Hotel
Isle of Skye
Mombasa
Nippon
Pandemic Legacy
Quadropolis
T.I.M.E Stories
Sempre l’International Gamers Award dedica spazio pure a giochi prettamente per due persone:
7 Wonders Duel
Patchwork
Raptor
Star Wars: Rebellion
Trambahn

In generale il gioco leggero che ha fatto più parlare di sé è stato Nome in Codice. Se qualcuno cerca un gioco carino per 2 persone, 7 Wonders Duel fa al caso suo. Mombasa è il titolo più quotato per gli amanti dei giochi di strategia, mentre Blood Rage strizza l’occhio agli appassionati dei giochi tematici. Infine, per chi volesse provare esperienze diverse dal solito, non gli resta che optare per Pandemic Legacy oppure T.I.M.E Stories.
Buon anno ludico a tutti.

Nome in Codice vince lo Spiel des Jahres

Il gioco dell’anno in Germania è Nome in Codice. Ha vinto la corsa finale contro Karuba e Imhotep.
Vlaada Chvátil si è portato a casa questo assai rinomato premio mostrando una volta in più il suo talento.

Tra i giochi di media difficoltà, ha vinto Isle of Skye di Alexander Pfister e Andreas Pelikan. Pandemic Legacy e T.I.M.E Stories erano gli altri due contendenti: due titoli che meritano molta attenzione.
Inoltre, per chi amasse giochi più impegnativi, sono stati segnalati Mombasa e Blood Rage.

Infine, per i bambini tra i 5 e 7 anni, sono stati eletti questi tre titoli: Stone Age Junior (il vincitore), Leo e Mmm!.

Fonte: Spiel des Jahres.

Food Chain Magnate vince il Goblin Magnifico

La casa editrice Splotter Spellen ha visto esplodere la sua popolarità quest’anno grazie alla loro ultima opera: Food Chain Magnate.
Malgrado buona parte dei loro titoli sia di qualità, erano in pochi a conoscere i loro prodotti (ricordiamo – tra i più noti – Indonesia, Antiquity, The Great Zimbabwe, Roads & Boats). Nel 2015 però qualcosa è cambiato: Food Chain Magnate è stato in grado di attirare l’attenzione del grande pubblico e di vincere addirittura un premio: il Goblin Magnifico (premio dato da una giuria di esperti della Tana dei Goblin, la comunità di giocatori più vasta d’Italia).

Congratulazioni dunque ai due autori Jeroen Doumen e Joris Wiersinga e alla giuria del Goblin Magnifico per la scelta effettuata, assolutamente di qualità.

Fonte: Goblin Magnifico 2016.

Golden Geek e Goblin Magnifico

La comunità di giocatori più vasta a livello mondiale – quella di boardgamegeek.com – e la comunità più nota a livello italiano – quella della Tana dei Goblin – hanno sancito i loro giochi preferiti usciti nel 2015.

Ecco i risultati del Golden Geek:
– gioco dell’anno, miglior gioco di strategia e miglior tematico: Pandemic Legacy;
– miglior party game e miglior gioco per famiglie: Nome in Codice;
– miglior gioco di carte e per due persone: 7 Wonders – Duel;
– miglior gioco di guerra: Churchill.

Altri giochi interessanti che sono emersi dalla votazione popolare: T.I.M.E Stories, Mysterium, The Grizzled, Sulle Tracce di Marco Polo e Blood Rage.

Ecco invece i giochi selezionati dalla giuria della Tana dei Goblin (giochi da tavolo complessi):
Blood Rage;
Churchill;
Food Chain Magnate;
Mombasa;
Pandemic Legacy;
Signorie;
Star Wars: Assalto Imperiale;
Sulle Tracce di Marco Polo (vincitore della votazione popolare).

Il 2015 è stato un anno particolarmente ricco di sorprese e di giochi molto validi. Pandemic Legacy ha sfondato su tutti i fronti. Nome in Codice ha fatto divertire molti gruppi di persone. Mombasa, Food Chain Magnate e Sulle Tracce di Marco Polo hanno intrattenuto i giocatori più esigenti. Blood Rage e Star Wars: Assalto Imperiale hanno fatto sognare gli appassionati dei giochi tematici.

Gioco dell’anno in Francia e in Svizzera

I primi premi del 2016 hanno sancito i loro vincitori. In Francia ha vinto Mysterium, mentre in Svizzera 7 Wonders: Duel. Ma guardiamo più in dettaglio le premiazioni.
L’As d’Or Jeu de l’Année ha premiato Mysterium (per il grande pubblico) e Pandemic Legacy (per i giocatori esperti).
Il podio dello Swiss Gamers Award invece è costituito dai seguenti giochi: 7 Wonders: Duel, Mombasa e Sulle Tracce di Marco Polo. Al quarto e quinto posto sono arrivati Mysterium e Isle of Skye.

Quanto emerso è in linea con le prime impressioni. Pandemic Legacy e 7 Wonders: Duel sono due dei giochi più quotati del 2015. Mysterium non rappresenta una novità: noi di Giochintavola l’avevamo segnalato già l’anno scorso. Mombasa e Sulle Tracce di Marco Polo sono infine due dei giochi di strategia più belli usciti l’anno scorso.

Il meglio del 2015 secondo Giochintavola

Il 2015 è stato un anno ricco di belle sorprese. Nella nostra associazione ludica sono piaciuti in particolar modo i seguenti giochi.

Top 3 giochi di strategia:
Mombasa
Food Chain Magnate
Sulle Tracce di Marco Polo

Top 3 giochi leggeri:
Mysterium
Nome in Codice
Loony Quest

Top 3 giochi di media difficoltà:
Discoveries
Dice City
Elysium

Due giochi tematici che sono piaciuti:
XCOM
Homeland

Infine, una menzione speciale la meritano Pandemic Legacy e TIME Stories, i due giochi che più di altri hanno portato una ventata di novità nel mondo dei giochi di società.