Il Deutscher Spiele Preis 2013 va a Terra Mystica

Gli appassionati di giochi da tavolo hanno espresso il loro verdetto: il miglior gioco del 2012/2013 è Terra Mystica.
Il titolo di Jens Drögemüller e Helge Ostertag è ambientato in un mondo fantasy dove avviene una sfida tra popolazioni fantastiche (giganti, streghe, hobbit, sirene, nani, maghi, fachiri, ecc.). A inizio partita ogni giocatore prende le redini di una di queste popolazioni e deve cercare di farla progredire nel miglior modo possibile. Il gioco nonostante l’ambientazione fantasy lo si può classificare tra i giochi in stile tedesco, quindi l’aspetto strategico è in maggiore risalto rispetto alla percezione dell’ambientazione durante la partita.

La classifica completa dei giochi più amati del 2012/2013 secondo il Deutscher Spiele Preis è la seguente:
1) Terra Mystica di Jens Drögemüller e Helge Ostertag
2) Tzolk’in: Il Calendario Maya di Simone Luciani e Daniele Tascini
3) Brügge di Stefan Feld
4) Bora Bora di Stefan Feld
5) Le Leggende di Andor di Michael Menzel
6) Hanabi di Antoine Bauza
7) Yedo di Thomas Vande Ginste e Wolf Plancke
8) Keyflower di Richard Breese e Sebastian Bleasdale
9) Rialto di Stefan Feld
10) Augustus di Paolo Mori

I due giochi piazzati ai primi due posti non sono una sorpresa. Hanno fatto parlare molto si sé nel corso dell’ultimo anno. Stefan Feld non è nemmeno lui più una novità. Si tratta infatti di uno degli autori più amati del momento. Non è dunque un caso vedere ben tre dei suoi giochi nella top 10 (Brügge, Bora Bora e Rialto). Le Leggende di Andor e Hanabi hanno vinto rispettivamente il Kennerspiel e lo Spiel des Jahres. Augustus – assieme a Tzolk’in – dimostra come gli autori italiani stiano facendo un ottimo lavoro. Keyflower è stato con merito il gioco più amato alla fiera di Essen 2012.
Insomma tanti bei giochi un po’ per tutti. Hanabi e Augustus sono ottime scelte se si vuole qualcosa di leggero. Andor, Rialto e Brügge invece sono eccellenti giochi di media difficoltà. Mentre Terra Mystica, Tzolk’in, Bora Bora, Yedo e Keyflower sono in grado di soddisfare i giocatori più esigenti.

Le candidature dell’International Gamers Award 2013

L’International Gamers Award è un premio che viene sancito annualmente da una giuria internazionale. Attualmente sono 20 i membri: 7 dagli USA, 4 dalla Gran Bretagna, 3 dalla Germania, 2 dall’Olanda, 1 dalla Francia, 1 dall’Italia, 1 dall’Austria e 1 dalla Danimarca. Abbiamo a che fare con alcuni dei massimi esponenti del giornalismo e della divulgazione ludica a livello mondiale. Il premio è pensato per giocatori esperti, persone che sono abituate a giocare frequentemente. Vuole dare un orientamento del meglio che è uscito nell’anno appena trascorso e in parte in quello iniziato.
I giochi candidati quest’anno sono:

Bora Bora di Stefan Feld edito dalla Alea
Brügge di Stefan Feld edito dalla Hans im Glück
Clash of Cultures di Christian Marcussen edito dalla Z-Man Games
Die Paläste von Carrara di Wolfgang Kramer e Michael Kiesling edito dalla Hans im Glück
Ginkgopolis di Xavier Georges edito dalla Pearl Games
Keyflower di Richard Breese e Sebastian Bleasdale edito dalla R&D Games
Myrmes di Yoann Levet edito dalla Ystari Games
Nieuw Amsterdam di Jeffrey D. Allers edito dalla White Goblin Games
Robinson Crusoe di Ignacy Trzewiczek edito dalla Portal Games
Snowdonia di Tony Boydell edito dalla Surprised Stare Games
Terra Mystica di Jens Drögemüller e Helge Ostertag edito dalla Feuerland
Tzolk’in di Simone Luciani e Daniele Tascini edito dalla Czech Games Edition

La selezione racchiude veramente il top uscito nel 2012/2013. La vittoria finale se la giocheranno probabilmente Terra Mystica (gioco dell’anno in Olanda), Tzolk’in (gioco dell’anno in Svizzera) e Keyflower (gioco dell’anno in Portogallo).

Tra i giochi invece pensati appositamente per due giocatori, i candidati sono:

Android: Netrunner di Richard Garfield e Lukas Litzsinger edito dalla Fantasy Flight Games
Antike Duellum di Mac Gerdts edito dalla PD-Verlag
Le Havre: Ancora in Porto di Uwe Rosenberg edito dalla Lookout Games
Mage Wars di Bryan Pope e Benjamin Pope edito dalla Arcane Wonders
Polis: Fight for the Hegemony di Fran Diaz edito dalla Asylum Games

Qui la vittoria se la giocheranno probabilmente il living card game Android: Netrunner e il gioco collezionabile Mage Wars.

I vincitori delle due categorie verranno annunciati alla fiera di Essen 2013, quindi in autunno. Assieme al Deutscher Spiele Preis si tratta del riconoscimento più atteso da parte dei giocatori esperti. Non ci resta dunque che aspettare fino a ottobre.

Hanabi è lo Spiel des Jahres 2013

È l’anno dei cooperativi in Germania. Hanabi ha vinto lo Spiel des Jahres, mentre il Kennerspiel des Jahres è andato a Le Leggende di Andor.
Il primo è un semplice gioco di carte creato da Antoine Bauza. La durata si attesta attorno ai 25 minuti. I partecipanti sono chiamati a cooperare tutti assieme per creare uno spettacolo pirotecnico. Curioso e allo stesso tempo originale è il fatto che le carte si debbano tenere in mano al contrario, in modo tale che tutti le vedano tranne il proprietario. Nonostante sia un cooperativo, non soffre del problema del giocatore leader, il che è un aspetto molto positivo. Si tratta in definitiva di un gioco che costa veramente poco e non occupa per nulla spazio. Lo si può trasportare ovunque ed è proponibile a chiunque. Un ottimo testimone per la divulgazione dei giochi da tavolo al grande pubblico.
Le Leggende di Andor invece è il primo titolo creato da Michael Menzel. Il livello di difficoltà è superiore a quello di Hanabi, ma abbiamo sempre ancora a che fare con un cooperativo piuttosto semplice. Vincitore anche del gioco dell’anno in Francia, Le Leggende di Andor ha la peculiarità di non possedere un regolamento normale. Le regole infatti si imparano giocando. Vengono spiegate mano a mano durante la partita. Se l’esperimento è riuscito o meno, lo lascio decidere a voi.

Candidature per lo Spiel des Jahres 2013

I giochi nominati per la scelta dello Spiel des Jahres 2013 sono:
Augustus di Paolo Mori
Hanabi di Antoine Bauza
Qwixx di Steffen Benndorf

I giochi invece nominati per la scelta del Kennerspiel des Jahres 2013 – titoli di media difficoltà – sono:
Brügge di Stefan Feld
Die Paläste von Carrara di Wolfgang Kramer e Michael Kiesling
Le Leggende di Andor di Michael Menzel

Per i giocatori particolarmente esperti sono stati inoltre raccomandati i seguenti due giochi, troppo complessi per poter ambire al Kennerspiel des Jahres:
Terra Mystica
Tzolk’in: Il Calendario Maya

I vincitori verranno rivelati l’8 luglio 2013.

Fonte: Spiel des Jahres

Deutscher Spiele Preis: si vota

Il Deutscher Spiele Preis è un riconoscimento che viene sancito da giocatori ben informati, lettori delle riviste Spielbox e Fairplay, giornalisti, associazioni e negozi. Nonostante il nome, non è un premio limitato alla Germania. Si può votare anche se si è svizzeri o italiani. Per farlo basta andare sul loro sito e spedire online la propria lista di preferenze con i 5 migliori giochi usciti tra Essen 2012 e Norimberga 2013. Si ha tempo fino al 31.07.2013.
Come fare concretamente? Basta andare sulla seguente pagina internet: votazione
Si riempie la lista con i 5 migliori giochi del 2012/2013 secondo il proprio punto di vista, mettendo nella prima colonna il titolo (Titel), nella seconda la casa editrice (Verlag). Lo stesso vale per il miglior gioco per bambini, anche se in questo caso la scelta sarà limitata a un solo titolo.
Successivamente bisogna dare obbligatoriamente tutti i seguenti dati, i quali rimarranno riservati e non verranno dati a terzi – servono per evitare truffe:

– Nome (Vorname)
– Cognome (Name)
– Via (Strasse)
– CAP (PLZ)
– Luogo (Ort)
– Nazione (Land)
– Telefono (Telefon)
– Indirizzo e-mail (E-Mail-Adresse)
– Ripetere l’indirizzo e-mail (E-Mail-Adresse wiederholen)
– Invio, si prega di cliccare solo una volta il tasto (Absenden, bitte nur einmal klicken)

Maggiori informazioni su questo riconoscimento si possono trovare in tedesco qui.
I giochi più quotati dell’edizione in corso sono Tzolk’in: Il Calendario Maya, Terra Mystica, Bora Bora e Keyflower, ma tutto è ancora aperto.
Votate quindi, avete tempo fino alla fine di luglio.

Swiss Gamers Award

Il miglior gioco uscito nel 2012 in Svizzera è Tzolk’in: Il Calendario Maya. Questo titolo del duo italiano Daniele Tascini e Simone Luciani è riuscito a guadagnarsi la maggior parte dei voti da parte delle associazioni ludiche svizzere strappando la prima posizione. Si tratta di un gioco di strategia complesso con il meccanismo del piazzamento lavoratori e la peculiarità della presenza di ruote a incastro.
Al secondo posto è giunto Myrmes, un eurogame di media complessità con un’affascinante ambientazione: si gioca in dei formicai e bisogna gestire le proprie formiche.
Terzo è arrivato Pix, un party game leggero e divertente.

Fonte: Swiss Gamers Award

Gioco dell’anno in Francia 2013

Lo scorso weekend a Cannes in Francia è stato assegnato l’As d’Or Jeu de l’Année, la premiazione più importante nel paese transalpino legata ai giochi da tavolo.

I vincitori di quest’anno (2013) sono:
– Le Leggende di Andor (categoria grande pubblico)
– Myrmes (categoria giocatori esperti)
– Star Wars: X-Wing (premiazione giuria)

Tutti e tre i giochi esistono anche in italiano. Per chi volesse una volta provarli, ricordo che noi li abbiamo da tempo nella nostra collezione. Basta passare di venerdì al Foce e il gioco è fatto.

Ludoteca Ideale 2013

La Ludoteca Ideale è un riconoscimento che vuole mettere in risalto i migliori giochi da tavolo usciti nell’idioma gentile.
La lista dei titoli scelti – usciti nel 2012 – è composta da (in stretto ordine alfabetico):
– Goa (Asterion Press)
– Il Trono di Spade – 2. Ed. (Stratelibri)
– Le Leggende di Andor (Giochi Uniti)
– Mondo (DV Giochi)
– Ora et Labora (Uplay.it)
– Seasons (Asterion Press)
– Sheepland (Cranio Creations)
– Takenoko (Asterion Press)
– Tzolk’in: Il Calendario Maya (Cranio Creations)
– Village: La Vita è un Gioco (Uplay.it)

È un piacere notare come il mercato italiano si stia pian pianino evolvendo e raggiungendo buoni livelli: i migliori giochi stranieri incominciano a essere tradotti subito e regolarmente, cosa che un tempo era difficilmente pensabile. Un plauso quindi alle case editrici italiane, per lo sforzo intrapreso.

Golden Geek 2012

Qualche giorno fa sono stati resi noti i vincitori di quest’anno (2012) del Golden Geek, premiazione annuale che viene sancita dagli utenti di BoardGameGeek, il portale internet più importante legato ai giochi da tavolo.

Ecco qui la lista dei vincitori nelle varie categorie:

– gioco dell’anno: Eclipse;
– miglior gioco per famiglie e party games: King of Tokyo;
– miglior gioco di carte e allo stesso tempo miglior gioco per 2 giocatori: Android: Netrunner (si tratta di un Living Card Game);
– miglior gioco tematico: Mage Knight Board Game;
– miglior gioco astratto: Kingdom Builder (in realtà è un gioco in stile tedesco per famiglie);
– miglior gioco di guerra: Sekigahara: The Unification of Japan;
– gioco con la grafica migliore: Takenoko;
– gioco più innovativo: Risk Legacy.

Fonte: qui.

Come orientarsi nel mondo dei giochi da tavolo?

Ogni anno escono circa 1’000 nuovi giochi da tavolo. Di fronte a una simile cifra, è più che lecito chiedersi come fare a capire quali giochi sono particolarmente validi e quali meno.
Un buon orientamento in tal senso lo danno le varie premiazioni che vengono date annualmente da diverse giurie.

I riconoscimenti più famosi sono:
Spiel des Jahres (gioco dell’anno in Germania);
Deutscher Spiele Preis (premio tedesco per giochi);
International Gamers Award (premio internazionale per giocatori);
Golden Geek (premio dato dagli utenti di boardgamegeek.com);
As d’Or Jeu de l’Année (gioco dell’anno in Francia);
À la Carte Kartenspielpreis (premio gioco di carte).

Lo Spiel des Jahres è il riconoscimento più famoso in assoluto a livello internazionale. La lista dei giochi che hanno vinto le ultime edizioni è un buon punto di riferimento da cui partire, se si è dei neofiti alla ricerca di giochi da tavolo non troppo complessi ma validi. Titoli come Carcassonne, Dixit, Qwirkle o Ticket to Ride sono ottimi per iniziare l’avventura nel mondo dei giochi da tavolo.

Il Deutscher Spiele Preis viene assegnato in genere a giochi un po’ più complessi rispetto a quelli dello Spiel des Jahres. È un premio che viene dato da migliaia di giocatori online. La lista dei giochi premiati nelle ultime edizioni è un buon punto di riferimento da cui partire, se si vuole cercare giochi di una certa complessità. Puerto Rico, Agricola o Caylus sono esempi di titoli premiati in grado di soddisfare i palati più fini.

L’International Gamers Award è un premio internazionale dato da una giuria di esperti provenienti da più parti del mondo. Non esiste un criterio ben preciso nella nomina dei giochi, ma la lista annuale dei giochi scelti è sempre un ottimo orientamento per capire quali giochi appena usciti sono particolarmente validi. Degna di nota è anche la premiazione del miglior gioco di strategia per 2 persone. Se c’è gente che gioca prevalentemente in 2, questa premiazione è sicuramente da tenere d’occhio.

Il Golden Geek è un premio annuale che viene dato dagli utenti di boardgamegeek.com (il più famoso portale internet dedicato ai giochi da tavolo). È una premiazione molto utile perché differenzia tra miglior gioco di strategia, miglior gioco tematico, miglior gioco per famiglie, miglior party game, miglior gioco per 2, e altro ancora.

L’As d’Or Jeu de l’Année è un riconoscimento che viene dato in Francia. Equivale un po’ al più rinomato Spiel des Jahres in Germania. In genere vengono premiati giochi adatti a giocatori neofiti o occasionali, come ad esempio Takenoko, Skull & Roses e Dixit (lista vincitori nelle varie edizioni).

À la Carte è un riconoscimento che viene dato dalla rivista “Fairplay – Das Spielermagazin” al miglior gioco di carte dell’anno uscito in Germania. Si tratta di una premiazione utile per vedere in modo specifico quali giochi di carte sono particolarmente validi (nelle altre premiazioni sopra elencate troviamo giochi da tavolo e di carte assieme in modo indistinto).

Oltre ai premi e ai riconoscimenti che vengono dati annualmente, esistono poi anche delle classifiche di gradimento in grado di dare un’idea di quali siano i migliori giochi da tavolo in circolazione. La classifica più famosa in assoluto è quella degli utenti di boardgamegeek.com (con le varie sottocategorie):
– classifica generale;
– classifica giochi per giocatori occasionali e famiglie;
– classifica giochi di strategia;
– classifica giochi tematici;
– classifica party games;
– classifica giochi astratti.

Se si è alla ricerca di un buon gioco, dare un’occhiata a queste classifiche può tornare veramente utile.

Per eventuali ulteriori consigli o suggerimenti, potete comunque sempre rivolgervi a noi.

***

Aggiornamento: per i giocatori che amano i titoli particolarmente impegnativi, consiglio di seguire le nomination della giura che assegna lo Spiel Portugal, mentre per chi vuole sapere un po’ di più cosa offre il mercato italiano, consiglio di dare un’occhiata alle nomination del Gioco dell’Anno (giochi per famiglie).