Giochi di piazzamento lavoratori e gestione risorse

I gestionali con piazzamento lavoratori sono quei giochi nei quali bisogna gestire risorse acquisite tramite il piazzamento dei propri omini. Di norma durante il proprio turno si è di fronte a varie opzioni e lo scopo è capire quale di esse è la migliore per la propria strategia a lungo termine. In simili titoli l’interazione di norma è indiretta. Ci si concentra maggiormente su quello che si vuole fare di costruttivo.
Il titolo più famoso di questa categoria è sicuramente Caylus, seguito a ruota da Agricola.
Il primo è un gioco di William Attia ambientato in Francia nel 1289. Re Filippo il Bello decide di costruire un nuovo castello con l’aiuto di abili costruttori (i giocatori). Attorno al castello si forma dunque un villaggio con vari edifici dai diversi compiti e chi alla fine ha più prestigio ottiene la vittoria.
Il secondo invece è un gioco di Uwe Rosenberg nel quale ogni giocatore deve gestire la propria fattoria nel miglior modo possibile. Lo scopo è quello di procreare figli, allevare bestiame e coltivare la terra. La persona che a fine partita ha la fattoria più prosperosa viene dichiarato come vincitore.
Sempre dello stesso autore abbiamo anche altri giochi come Le Havre e Ora et Labora.
Richard Breese e il duo Jeroen Doumen & Joris Wiersinga sono i pionieri di questa categoria.
Keyflower – uscito solo di recente – è il titolo più popolare dell’autore inglese, mentre il duo olandese è famoso soprattutto per Antiquity.
Al giorno d’oggi di giochi di questo genere ce ne sono a volontà. Per chi non volesse nulla di eccessivamente impegnativo c’è ad esempio Stone Age, chi preferisce un’ambientazione fantasy può puntare su Lords of Waterdeep, l’anno scorso andava invece molto di moda il titolo sui maya Tzolk’in: Il Calendario Maya.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>