Come spiegare un gioco da tavolo

Il presupposto base per spiegare un gioco da tavolo è quello di aver letto e studiato il regolamento del titolo in questione. Sensato è anche fare una prima partita di prova in solitario, se il gioco è nuovo, per capire al meglio il funzionamento di determinate meccaniche.
Una volta che si conosce il gioco, come spiegarlo?
Io personalmente consiglio di iniziare dall’ambientazione. Si descrive dove il gioco è ambientato, dando poi un’idea generale dell’obiettivo da raggiungere. Il passo successivo è quello di elencare le azioni base disponibili durante la partita, le mosse essenziali che bisogna padroneggiare per poter giocare. Ciò si effettua in genere descrivendo un turno di gioco. Arrivati a questo punto, le opzioni sono due: o si espongono nel dettaglio le varie regole restanti, o si opta per un apprendimento sul campo, durante la partita, il classico learning by doing. A dipendenza dei partecipanti, consiglio di scegliere una o l’altra variante. Infine raccomando sempre di ripetere cosa bisogna fare per poter vincere.
Seguendo questi passi l’apprendimento del gioco non dovrebbe risultare troppo traumatico per il gruppo presente al tavolo.

Riassumendo, le parole chiave per una buona spiegazione sono: ambientazione, obiettivo, mosse base – esempio di turno di gioco -, regole nel dettaglio (in alternativa: learning by doing), cosa fare per vincere.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>