Occhio critico – 7 Wonders

Uno dei giochi che negli ultimi anni ha sconvolto il mondo ludico. Osannato da molti e da altrettanti molti considerato sopravvalutato.
Il draft continuo per tutto il gioco (ispirato a Magic: The Gathering) è stata una grande novità per i giochi da tavolo. Questa meccanica rende ogni partita differente e parecchio ritmata in quanto, giocando sempre in contemporanea, il downtime resta molto basso. Il regolamento semplice e il materiale colorato ed estremamente funzionale (nessuna dipendenza linguistica) fanno di quest’opera un “must” tra i filler e i giochi per famiglie.
Ovviamente una tal genialata non poteva lasciare indifferenti i guru della recensione.
A voi un piccolo collier di perle. I commenti presi da BoardGameGeek non sono estrapolati da un contesto più ampio, sono la recensione completa.

Voto: 9 Commento: Si può anche giocare online
Si può anche giocare per posta! Il draft è un po’ lungo ma per divertirsi questo e altro!

Voto: 9 Commento: Molto innovativo. Perché non ho pensato io a questa semplice meccanica?
Forse perché non ti chiami Bauza?

Voto: 4 Commento: Un filler decente
Non vorrei essere tua moglie quando brucia il polpettone…

Voto: 9 Commento: Ti scorre un flusso di carte in mano e devi “pescare” quelle più adeguate a ciò che hai fatto e che fanno gli altri fino ad allora.
Se non riesci a “pescare” siediti e aspetta di vedere i cadaveri dei tuoi nemici.

Voto: 6 Commento: Quoto il giudizio di XY anch’io. Una grossa delusione e un gioco molto sopravvalutato.
Mitico! Il gioco del “trova la recensione di XY in mezzo a 40 pagine che non ho voglia di consumare i tasti!”

Voto: 6 Commento: Un solitario dove non ti interessa mai il tuo avversario, tranne quando ti servono le risorse e questo è proprio il fatto cruciale. Se ce le ha gli paghi 2 monete e lui non può ribattere. Altra cosa, se ti trovi attorno a giocatori sfortunati o poco eccelsi, non riesci a sfruttarli per migliorarli e perdi inesorabilmente la partita. Materiale bello e colorato, ma per quel prezzo è pur sempre un gioco di carte.
Aspetta, vediamo di capirci:
Difetto 1 (tuo): È un solitario senza alcuna interazione coi tuoi vicini a parte quando vuoi comprare le risorse (nda: che non si esauriscono mai, quindi anche il produttore può utilizzarle); tralascio di ricordarti la fase delle battaglie (obbligatorio alla fine di un’era) che potremmo anche (ironicamente) considerare “ininfluente”.
Difetto 2 (tuo): Se accanto a te (nda: non attorno, l’interazione è solo con i giocatori ai tuoi fianchi) hai delle schiappe o degli sfigati non li puoi sfruttare. Quindi se hai dei bravi giocatori o dei Gastoni le possibilità di ottenere una sorta di “boost” per la vittoria aumentano.
Corollario (mio): Riuscire a contraddirsi totalmente in due frasi rasenta il miracolo.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>