Statuti

Statuti dell’associazione GIOCHINTAVOLA

1. Nome e sede
A norma dell’art. 60 segg. del Codice civile è costituita un’associazione denominata “Giochintavola” con sede in Lugano, presso Gianni Martinetti, Via Vigin 15, 6964 Lugano (Davesco).

2. Finalità
L’associazione ha quale fine il sostegno ed il promovimento del gioco da tavolo.

3. Mezzi
Per il perseguimento della finalità dell’associazione, l’associazione dispone di contributi dei soci, i quali vengono stabiliti annualmente nell’ambito dell’assemblea dei soci. L’associazione accetta donazioni di qualsiasi natura, purché provenienti da società, enti o privati cittadini che non siano in contrasto con le finalità dell’associazione stessa. Il comitato decide se accettare o meno le donazioni proposte.

4. Ammissione
Ogni persona naturale e giuridica interessata alla finalità dell’associazione, previo pagamento della quota sociale e parere favorevole del comitato, può diventare membro attivo con diritto di voto. Ogni persona naturale o giuridica può, previo parere favorevole del comitato, diventare un membro passivo. Le richieste d’ammissione vanno rivolte al presidente; il comitato direttivo delibera sull’ammissione.

5. Cessazione dell’appartenenza
L’appartenenza cessa – nel caso di persone naturali mediante recesso, esclusione o decesso – nel caso di persone giuridiche mediante recesso, esclusione o scioglimento.

6. Recesso ed esclusione
Il recesso è possibile in qualsiasi momento. La lettera di recesso deve essere inviata al presidente per raccomandata almeno quattro settimane prima della dell’assemblea generale ordinaria. È escluso ogni rimborso di eventuali quote sociali o contributi di ogni genere eventualmente pagati. Un membro può essere escluso dall’associazione in qualsiasi momento senza fornire un motivo. Il comitato direttivo delibera in merito all’esclusione; il membro può presentare ricorso all’assemblea generale.

7. Organi dell’associazione
Gli organi dell’associazione sono:
a) l’assemblea generale;
b) il comitato direttivo;
c) i revisori dei conti.

8. L’assemblea generale
L’organo supremo dell’associazione è l’assemblea generale. Un’assemblea generale ordinaria ha luogo annualmente, generalmente nell’ultima settimana di settembre. I membri vengono invitati all’assemblea generale con almeno 20 giorni di anticipo per iscritto, in allegato dell’ordine del giorno. La convocazione tramite posta elettronica è considerata valida a tutti gli effetti. L’assemblea generale ha i seguenti compiti irrevocabili:
a) elezione o revoca del comitato direttivo nonché dei revisori dei conti;
b) elaborazione e modifica degli statuti;
c) approvazione del conto annuale e del rapporto dei revisori;
d) deliberazione in merito al budget annuo;
e) determinazione del contributo dei membri;
f) trattamento dei ricorsi in merito a esclusioni.
In seno all’assemblea generale ogni membro ha diritto ad un voto; le decisioni vengono prese con una semplice maggioranza. I membri passivi sono invitati all’assemblea generale, ma non posseggono alcun diritto di voto.

9. Il comitato direttivo
Il comitato direttivo è composto da almeno 3 persone, ossia:
a) un presidente, cui incombe la supervisione delle attività ed il controllo del rispetto degli obblighi formali dell’associazione;
b) un vicepresidente, che aiuta e collabora con il presidente;
c) un cassiere, incaricato di custodire la cassa dell’associazione, conservare i giustificativi di spesa, verificare il pagamento delle quote sociali, liquidare eventuali rimborsi approvati dall’assemblea ed allestire il budget annuale;
d) eventuali altri membri, con compiti definiti dal comitato.
Il comitato direttivo rappresenta l’associazione all’esterno e gestisce le attività in corso.

10. I revisori
L’assemblea generale elegge annualmente i revisori dei conti, i quali controllano la contabilità ed eseguono almeno una volta all’anno un controllo casuale. Il periodo contabile di riferimento inizia il 1 di luglio e termina il 30 di giugno di ogni anno.

11. Firma
L’associazione è vincolata dalla firma collettiva del presidente congiuntamente ad un ulteriore membro del comitato direttivo.

12. Responsabilità
Per i debiti dell’associazione risponde solo il patrimonio dell’associazione. È esclusa la responsabilità personale dei membri.

13. Modifica degli statuti
I presenti statuti possono essere modificati se tre quarti di tutti i membri approvano la proposta di modifica.

14. Scioglimento dell’associazione
Lo scioglimento dell’associazione può essere deciso dall’unanimità dei membri partecipanti all’assemblea. Se meno di tre quarti dei membri prendono parte all’assemblea, entro un mese deve aver luogo una seconda assemblea. Nella seconda assemblea l’associazione può essere sciolta anche mediante una maggioranza semplice, qualora fossero presenti meno di tre quarti dell’assemblea. Con lo scioglimento dell’associazione, il patrimonio dell’associazione va ad un ente benefico scelto dall’assemblea.

15. Entrata in vigore
I presenti statuti sono stati accettati nell’ambito dell’assemblea costitutiva del 1° settembre 2012 e sono entrati in vigore in tale data.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>